fbpx

Alla ricerca di rendimenti – Aggiornamento Shortlist

Alla ricerca di rendimenti – Aggiornamento Shortlist

Nelle ultime settimane faccio davvero fatica a trovare qualche prodotto interessante e mi sono ritrovata a comprare alcuni prodotti vecchi della Shortlist (come il DE000VQ5TVL6) o a spostarmi su nuove emissioni a più basso rendimento (come il DE000UE93N86).

Molti investitori ultimamente stanno guardando a soluzioni più conservative e questo non significa “accontentarsi” ma piuttosto gestire il rischio in maniera più oculata, specialmente in vista delle vacanze estive in cui molti di noi non vorranno essere al monitor tutto il giorno. Parleremo proprio di come gestire il portafoglio durante le vacanze nel webinar di lunedì 21 giugno con Alessandro Pavan. Per iscriverti, clicca qui.

Il VIX, l’indice della paura, è leggermente in rialzo ma siamo sicuramente molto lontani da dei livelli che si possono definire “ottimi” per l’acquisto di Certificati. Gli strutturatori sono molto più conservativi nei loro pricing e, con la volatilità a livelli relativamente bassi e un maggiore premio per il rischio da pagare, non è facile trovare qualcosa di interessante.

Chi di noi è più conservativo e ha dei target di rendimento più contenuti potrebbe godersi l’estate e aspettare una correzione, perché è sempre più difficile trovare soluzioni conservative con rendimenti “decenti”. Ovviamente è rischioso aspettare perché non è detto che la correzione arrivi e soprattutto non è detto che questo sia il peggior momento in cui investire: la volatilità non è ai minimi storici. 

Se si ha liquidità proveniente da premi o autocall di vecchi prodotti o, come me, si hanno target di rendimento più ambiziosi, è necessario essere più analitici del solito e cercare di scovare tra le nuove e vecchie emissioni i prodotti con maggiori prospettive, sia in allocazione tattica, puntando ad autocall o ad un rialzo di prezzo, sia in allocazione strategica per non lasciare troppa liquidità senza rendimento.

Le azioni legate alla vicenda Archegos

Sapete che sono un’amante delle strategie per cavalcare la volatilità o i ribassi (o entrambi) e ho trovato negli avvisi di Borsa un prodotto molto interessante, inserito prontamente in Shortlist.

È molto simile ad un mio “grande amore”, uno dei prodotti su cui ho investito di più quest’anno, ossia il Memory Cash Collect su Netflix/IQIYI. Quest’ultimo è un prodotto andato per un buon periodo sotto la pari, attualmente circa alla pari. Un Certificato tematico che punta al settore dello Streaming online con un rendimento del 20.64%, che a luglio pagherà la sua prima cedola.

Ho cercato per tanto tempo prodotti su IQIYI alternativi a questo, ma oltre al DE000VQ6XJ94, non ho trovato niente che non fosse multisettoriale o che comprendesse azioni poco correlate tra loro.

Ma oggi è partito in negoziazione il DE000VQ8PSE9, un Memory Cash Collect su IQIYI, Tencent e Alibaba.

I sottostanti appartengono a tre nicche diverse dello stesso settore. Tutti e tre appartengono al settore tecnologico: IQIYI al settore dello Streaming Online, Tencent al settore dell’intrattenimento online e Alibaba allo Shopping online. La cosa che mi piace del basket è che sono tutte e tre azioni cinesi, quindi vado ad isolare il rischio geografico in un unico prodotto, ma soprattutto la cosa che accomuna i sottostanti è che sono tutti titoli legati alla vicenda Archegos e, non solo non hanno recuperato ancora le quotazioni che avevano prima del fallimento dell’hedge fund, ma soprattutto sono scese da quei livelli:

  • IQIYI da oltre 28 dollari, era scesa a 16.52 dollari dopo la vendita a blocchi, e ora quota circa a 14.78 dollari;
  • Tencent da 766 HKD era scesa a 603 HKD e ora quota ancora 603 HKD;
  • Alibaba da 270 dollari era scesa a 222 dollari e ora quota 211.60 dollari.

Vediamo di seguito i grafici delle correzioni avutasi a fine marzo sui titoli della galassia Archegos e l’ulteriore correzione degli ultimi mesi.

Quindi strike ai minimi, una buona volatilità, data proprio dal fatto che le azioni non hanno recuperato come ci si attendesse, un basket geografico tecnologico. Rendimento di tutto rispetto: 3.55% trimestrale (14.2% p.a.). Barriera premio e capitale al 60%, scadenza a breve a dicembre 2022.

Food Delivery: l’autocall si avvicina 

Sul food delivery finora ho investito su due prodotti, che ho ancora in portafoglio:

  • DE000VQ5AZL7, in Shortlist, acquistato in fase di emissione in ottica di allocazione strategica;
  • JE00BLS3NN16, acquistato a fine maggio in ottica di allocazione tattica per puntare all’autocall.

Hanno entrambi un problema: sono molto vicini all’autocall. Il primo, ai valori attuali, va in autocall a fine agosto, attualmente si acquista a 103 euro. Il secondo, ai valori attuali, va in autocall a inizio settembre. Volevo quindi affiancare un terzo prodotto che coprisse l’eventualità di autocall dei precedenti e sempre tra le nuove emissioni ne ho trovato uno interessante in termini di rischio-rendimento e soprattutto di basket.

Si tratta del Memory Cash Collect su HelloFresh, Delivery Hero, Uber. Barriera premio e capitale al 60%. Premio trimestrale con effetto memoria di 3.86 euro (15.44% p.a.) e possibilità di autocall a partire da dicembre di quest’anno. 

Il basket è sempre legato al food delivery. HelloFresh e Delivery Hero sono due pure player, Uber è legato sia al business del ride-sharing che del food delivery. La cosa interessante è che dal 2020 il business del food delivery per Uber ha avuto un peso crescente, dato che il business del ride sharing ha subito una drastica riduzione con la pandemia. Questo significa che almeno nel breve, Uber è più legata a HelloFresh e Delivery Hero rispetto al passato. In particolare, l’andamento è molto simile per Uber e Delivery Hero.

Di seguito un grafico a 6 mesi e a 1 anno, che fa vedere la sincronia dei movimenti di queste società.

Il rischio del basket è che post pandemia il business principale di Uber torni ad essere quello del ride sharing e la società non sia più correlata al business del food delivery. Ma ritengo che sia difficile che questo accada in pochi mesi. Il prodotto ha scadenza breve, il che in questo caso è un enorme vantaggio.

Sono quindi entrati in Shortlist entrambi i prodotti. Parliamo delle possibili strategie di ingresso e di altri temi all’interno del gruppo Facebook.

Condividi su

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati