fbpx

Approfondimento: i Certificati su Moderna

Approfondimento: i Certificati su Moderna

La correzione del titolo Moderna, titolo ad alta volatilità e con ottime prospettive, ha catturato l’attenzione di molti investitori in Certificati. Abbiamo ricevuto diverse richieste di approfondimento degli strumenti legati all’azione americana. Pertanto, abbiamo analizzato gli strumenti presenti sul mercato secondario per capire se ci fossero occasioni di acquisto interessanti.

Siamo partiti dal selezionare tutti i prodotti su Moderna con CedLab e risultano 12 prodotti, di cui 2 in bid-only, quindi non più acquistabili.

Abbiamo eliminato dalla selezione i prodotti multisettoriali, per diminuire la rischiosità della selezione. E’ quindi fuori dalla selezione un prodotto “alto rischio-alto rendimento” multisettoriale di cui ci aveva parlato Giovanni Borsi in questo articolo costruito su Tesla, Carnival e Moderna, che potrebbe invece essere interessante per gli investitori più aggressivi.

Abbiamo anche eliminato gli Athena e considerato solo i Cash Collect proprio perchè la correzione rende più difficile il raggiungimento della soglia di Strike.

Di seguito la selezione dei prodotti settoriali che ci permettono di investire su Moderna con una barriera di protezione del capitale.

Anticipiamo che, al momento, il più interessante in termini di rischio-rendimento sembra essere il DE000VQ5AZM5. Vediamo come siamo giunti a questa conclusione.

DE000HV4K5B6 – Fixed Cash Collect su Moderna

Il primo è un Fixed Cash Collect di Unicredit (DE000HV4K5B6) costruito solo su Moderna. Ha un premio incondizionato mensile di 0,85 euro (10.2% p.a.) che è molto allettante perchè si tratta di 35 premi fissi rimanenti (in totale 29.75 euro a prodotto su poco meno di 3 anni – circa 9.9% annualizzato). Ed ha anche un extra-rendimento considerando che si acquista sotto la pari, a 91,10 euro. Tuttavia, la barriera non protettiva a 103.986 dollari (alcuni dei prodotti di seguito hanno gli strike inferiori a questa barriera!) rende il prodotto meno interessante per il rendimento che offre.

Come abbiamo spesso fatto notare, l’obiettivo di un investimento non deve essere quello di ridurre le perdite ma di guadagnare. Per questo la protezione del capitale è un elemento fondamentale: se siamo sotto barriera perdiamo il capitale e un rendimento elevato ci aiuta solo a ridurre le perdite, non ad eliminarle del tutto. Per questo, quando investiamo, valutare se la barriera di protezione è abbastanza protettiva per la nostra view è fondamentale.

Detto questo, passiamo in rassegna gli altri prodotti, tutti con barriere più protettive del primo. Sono tutti emessi da Vontobel e sono basket della tipologia worst-of. Analizziamoli nel dettaglio.

DE000VQ2AAW4 DE000VQ4ATD0 – Memory Cash Collect su Astrazeneca, Moderna e Pfizer

I due prodotti (DE000VQ2AAW4, DE000VQ4ATD0) su Astrazeneca, Moderna e Pfizer hanno una barriera al 60% rispetto ai livelli di Strike. Focalizzandoci su Moderna, la barriera risulta poco protettiva rispetto agli altri prodotti della selezione (rispettivamente, 94.65 dollari e 89.03 dollari), per questo non approfondiamo ulteriormente.

DE000VP8H5M7 e DE000VP9AWU8 – I “Sopra la Pari”

Sicuramente i migliori prodotti della selezione sono il DE000VP8H5M7, costruito su Gilead Sciences, Moderna e Pfizer e il DE000VP9AWU8 costruito su Gilead Sciences, Intuitive Surgical e Moderna perchè hanno catturato degli Strike davvero bassi sui sottostanti di riferimento.

Tuttavia in questo momento sono ampiamente sopra la pari, rispettivamente a 116 e 115.5 euro, il che rende poco profittevole l’acquisto.

In particolare, il DE000VP8H5M7 ha pagato il primo premio a dicembre e il prossimo è previsto per il 22 marzo. Se Gilead dovesse salire sopra lo Strike, al quale è molto vicina, il prodotto andrà in scadenza anticipata pagando 107,80. Si acquista a 116 (perchè ai valori attuali non va in scadenza anticipata). Nel caso di acquisto ai valori attuali, se si dovesse verificare l’autocall si avrebbe quindi una perdita sul capitale.

Il prodotto più protettivo presente sul mercato è il DE000VP9AWU8. Ai valori attuali non andrà in rimborso anticipato alla prossima data di osservazione (aprile 2021). Ma vale lo stesso discorso di cui sopra: si acquista a 115 e se Gilead e Intuitive Surgical dovessero risalire sopra i livelli di Strike, rimborserebbe anticipatamente a 110. Acquistandolo oggi si avrebbe una perdita sul capitale.

DE000VQ5AZM5 – il Memory Cash Collect “vincente” su Moderna e Pfizer

Rimangono due prodotti, il DE000VQ3SJ29 e il DE000VQ5AZM5.

Il primo ha una barriera più bassa su Moderna (73.78 dollari contro 77.3 dollari) e più alta su Pfizer (36.78 dollari contro 16.78 dollari); in aggiunta, il primo ha due sottostanti in più (Bayer e Astrazeneca) quindi un rischio effettivamente più elevato. Il rendimento è più o meno comparabile, si comprano tutti e due sui 94 euro e il premio è simile (10.76% per il primo, 10.04% per il secondo).

Pertanto, tra i due, considerando nel complesso rischio-rendimento risulta vincente il DE000VQ5AZM5.

Analizziamolo nel dettaglio:

  • Sottostanti: Moderna e Pfizer
  • Scadenza: 2 anni (febbraio 2023)
  • Premio trimestrale con effetto memoria di 2,51 euro (10.04% p.a.)
  • Barriera autocall al 100%
  • Barriera premio e barriera di protezione del capitale al 50%
  • Possibilità di rimborso anticipato a partire da agosto 2021

Ai valori attuali, il prodotto paga il premio per le prossime date di valutazione (28 maggio 2021, 30 agosto 2021, 29 novembre 2021, 28 febbraio 2022, 27 maggio 2022, 30 agosto 2022, 29 novembre 2022) e arriva a scadenza (27 febbraio 2023). Si otterrebbero quindi 8 premi e il rimborso del capitale ossia 120.08 euro in poco meno di 2 anni. Acquistandolo al prezzo attuale (94.6 euro), il rendimento è del 26.93%, un 13.46% annualizzato.

Un’ulteriore valutazione sui sottostanti di notevole importanza riguarda:

  • il livello di prezzo: entrambi hanno subito una forte correzione nelle ultime settimane – Pfizer da 37 dollari è ora a 34,20 mentre Moderna da 185 è ora a 132.3 dollari. Gli Strike del Certificato hanno catturato questa correzione, rendendo il prodotto effettivamente molto protettivo;
  • la volatilità: per entrambi i sottostanti la volatilità è in aumento rispetto alle settimane precedenti proprio grazie alla correzione; questo come sappiamo ha un impatto positivo sui Certificati: un aumento di volatilità riduce il prezzo a parità di condizioni, permettendo al Certificato di offrire un rendimento maggiore.

Condividi su

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati