fbpx

Auto di lusso: Certificati con premi dal 10% al 21% annuo

Auto di lusso: Certificati con premi dal 10% al 21% annuo

A luglio avevamo approfondito il settore “auto di lusso” in un articolo dedicato, in cui avevamo evidenziato alcuni certificati interessanti. Oggi aggiorniamo la selezione a seguito dell’autocall di quella che ritengo fosse una delle migliori soluzioni sul mercato, il XS2377616185. Il certificato è stato segnalato più volte anche sui canali telegram del Servizio Segnali “Obiettivo Resilienza” e “Cavalcare la volatilità” in quanto poche settimane prima dell’autocall era ancora ben sotto la pari e permetteva di ottenere rendimenti davvero interessanti (per maggiori informazioni potete visionare le operazioni effettuate nei canali telegram del Servizio Segnali).

Le azioni che reputo più interessanti nel settore automotive sul segmento lusso sono Tesla, Ferrari, Porsche (AG e Holding) e Mercedes Benz per questo sono andata ad analizzare tutti i certificati con premio periodico che avessero come worst-of una di queste azioni. Armata di CedLab PRO, da una prima selezione ho eliminato i certificati con barriera continua e in bid-only. Mi sono focalizzata solo sui certificati che avessero almeno un 35% di buffer da barriera per i basket difensivi, almeno un 25% sui basket aggressivi, e solo sui certificati con rendimenti almeno superiori al 10% p.a. sui certificati difensivi, almeno 15% sui certificati aggressivi. Ho incluso sia certificati a premio mensile che trimestrale.

Partiamo dalle soluzioni più difensive (ossia i certificati su basket con worst-of Ferrari, Porsche e Mercedes), per poi approfondire quelle più aggressive (ossia i basket contenenti anche Tesla).

Per quanto riguarda i certificati difensivi, ho eliminato tutti i certificati avviati verso l’autocall con rendimento residuo troppo basso, includendo però tutti quelli che hanno ancora un rendimento annualizzato interessante (almeno 8% p.a.). Ho eliminato tutti i certificati con connubio rischio-rendimento peggiore rispetto ai certificati comparabili (es. rendimento identico ma emittente con rischio di credito maggiore, rendimento peggiore su struttura meno difensiva etc..). Dalla selezione emergono quindi due certificati interessanti:

  • XS2441923518, il “gemello” del XS2377616185 andato in autocall. E’ un Memory Cash Collect su Porsche, Ferrari e Mercedes di Barclays con barriera premio e capitale al 60%, barriera autocall fissa al 95%, attiva da febbraio del prossimo anno. Paga un premio di 1.13 euro al mese (13.56% p.a.). Scade a novembre 2024. Si acquista a 99.8 euro. Al momento tutti i sottostanti sono leggermente sotto strike (Ferrari e Mercedes sono a -0.7%, Porsche Holding a -0.5%). Il certificato è stato acquistato questa mattina all’interno del portafoglio “Cavalcare la volatilità“.
  • XS2356242060 – Memory Cash Collect Convertible su Mercedes di BNP Paribas con barriera premio e capitale al 50%, barriera autocall leggermente discendente dal 100% al 90%, attiva da subito. Paga un premio di 0.9 euro al mese (10.8% p.a.). Mercedes è a -2% da strike. La scadenza è a marzo 2024. Si acquista a 993 euro. Nel caso di autocall a dicembre rimborserebbe 100.9 euro. L’opzione convertible viene attivata solo se il sottostante violasse la barriera a scadenza: in tal caso il certificato rimborserebbe il valore dell’azione moltiplicato per il multiplo.

Includo tra i prodotti da monitorare anche il XS2441842783, che fino a ieri aveva Ferrari come worst-of e potrebbe essere valutato come investimento alternativo/complementare ad un basket difensivo sul settore auto di lusso. Il certificato è un Memory Cash Collect su Eni, Ferrari e Occidental Petroleum di Barclays con barriera premio e capitale al 60%, barriera autocall discendente dal 100% all’80%, attiva da gennaio del prossimo anno. Paga un premio di 1.58 euro al mese (18.96% p.a.). Scade a ottobre 2024. Dopo la discesa di ieri sera il worst-of da Ferrari (a +5%) è diventato Oxy, appena sopra strike. Si acquista a 102.22. Nel caso di autocall a gennaio rimborserebbe 104.74 euro con un rendimento del 15% annualizzato.

Invece, per quanto riguarda i basket aggressivi con worst-of Tesla, che ha perso quasi un 16% nell’ultima settimana e scambia effettivamente a prezzi interessanti, emerge un certificato su tutti, già individuato tra le soluzioni più interessanti nel precedente articolo:

  • DE000VV49L32, il Certificato con rendimento da premio maggiore (21.48% p.a.), costruito su Tesla, Porsche Holding e Ferrari. Si tratta di un Memory Cash Collect Step-Down di Vontobel con barriera premio e capitale al 55%, barriera autocall discendente dal 100% all’85%. L’autocall è già attivo, al momento con barriera 100%. Tesla è a -24% da strike, Porsche a -11% e Ferrari a +7%. Il certificato paga un premio mensile di 1.79 euro (21.48 euro) e si acquista a 94 euro, garantendo quindi un rendimento extra sul capitale. Scade a luglio 2024.

Sui certificati con Tesla single stock si distinguono invece:

  • NLBNPIT1D9Z6 – Memory Cash Collect di BNP Paribas su Tesla con barriera premio e capitale al 60%, barriera autocall al 100%, già attiva. Paga un premio trimestrale di 4.75 euro (19% p.a.). Tesla è a un -27% da strike, con un buffer da barriera del 22%. Il certificato si acquista a 95 euro. Scade a luglio 2024.
  • XS2409669053 – Fixed Cash Collect di Barclays su Tesla con barriera capitale al 50%, barriera autocall discendente (dal 100% al 92%), già attiva, al momento pari al 99%. Paga un premio mensile incondizionato dell’1.37 euro (16.44% p.a.). Tesla è a un -38% da strike, con un buffer da barriera del 24%. Il certificato si acquista a 92 euro. Scade ad agosto 2023.

Vi ricordo che è possibile iscriversi ad una nuova serie di webinar settimanali dal titolo “Investire con Francesca Fossatelli”, in cui andremo ad analizzare:

  • i mercati finanziari e i flussi degli investitori istituzionali
  • le azioni, i settori e i mega-trend del momento
  • le ultime trimestrali delle azioni europee e americane
  • i certificati di investimento impostati verso l’autocall con rendimento residuo significativo
  • i certificati maxi-coupon per il recupero minus
  • nuove strutture e strategie del mondo dei certificati
  • ultime operazioni del portafoglio “Cavalcare la volatilità” e “Obiettivo Resilienza”
  • e molto altro!

Posti limitati, per iscriverti clicca qui!

Condividi su

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati