fbpx

Le trimestrali della scorsa settimana: Netflix, Goldman Sachs, United Airlines e PPG

Le trimestrali della scorsa settimana: Netflix, Goldman Sachs, United Airlines e PPG

La stagione delle trimestrali è ancora agli inizi e deve ancora entrare nel vivo, ma negli Stati Uniti diverse aziende hanno già mostrato i risultati degli ultimi 3 mesi del 2022. Nel dettaglio e guardando ai dati Bloomberg, delle 55 aziende che hanno pubblicato i dati del 4° trimestre 2022, il 54,54% ha superato le attese degli analisti sui ricavi, mentre il 69,09% lo ha fatto per gli utili. In Europa invece, sono solamente 8 le aziende dell’Euro Stoxx 600 che hanno rilasciato i conti. Di queste, il 75% ha fatto meglio del consensus sui ricavi, mentre solamente il 12,5% ha oltrepassato le stime sugli EPS. Come di consueto, vediamo ora tutte le principali trimestrali che hanno attirato la nostra attenzione nel corso della scorsa settimana, che abbiamo pubblicato in tempo reale sui canali Telegram GRATUITI “Obiettivo Resilienza” e “Cavalcare la volatilità” e che riportiamo di seguito:

Trimestrale Netflix

  • Ricavi: 7,852 miliardi di dollari su 7,856 miliardi previsti (dati Bloomberg)
  • EPS: 0,12 dollari su 0,42 stimati (dati Bloomberg)
  • Nuove sottoscrizioni nette: 7,66 milioni contro attese a 4,515 milioni (dati Bloomberg)
  • Margine operativo: 7% contro previsioni a 4,45% (dati Bloomberg)
  • Il motivo di utili così sotto le stime è dovuto a una perdita su un debito denominato in euro
  • La società ha comunicato di aver riscontrato un engagement simile tra gli abbonati del nuovo servizio supportato dalle pubblicità e quelli del servizio “classico”. Inoltre, non si è registrata una migrazione di piani significativa. Ciò implica che chi sceglie il servizio premium tende a restarci
  • Netflix ha comunicato che i contenuti più popolari sono stati le serie Wednesday ed Harry e Meghan, oltre al film Glass Onion
  • Nel 1° trimestre il gruppo prevede una crescita dei ricavi del 4%, oltre al 3,7% del consensus. A guidare la salita sarà il maggior numero di iscrizioni e l’aumento del costo degli abbonamenti. Gli EPS sono previsti a 2,82 dollari, mentre il margine operativo è stimato al 19,9%. Nel periodo verrà inoltre lanciato il programma preliminare di condivisione degli account. L’azienda si attende che diversi utenti che sfruttavano il cosiddetto password sharing smettano di utilizzare la piattaforma.
  • Ricordiamo che la società non fornisce più una guidance sui nuovi abbonati, in quanto preferisce concentrarsi sui ricavi come parametro principale di crescita.
  • Il co-Amministratore Delegato, Reed Hastings si dimetterà, lasciando il posto al direttore operativo Greg Peters che coordinerà l’azienda insieme a Ted Sarandos. Hastings rimarrà comunque all’interno del gruppo in veste di Presidente Esecutivo.

Trimestrale Goldman Sachs

  • Ricavi: 47,365 miliardi di dollari su 47,502 miliardi previsti (dati Bloomberg)
  • EPS adjusted: 30,06 dollari su 32,51 stimati (dati Bloomberg)
  • La discesa dei ricavi è dovuta principalmente al fatturato “nettamente più basso” dell’Asset & Wealth Management e dei minori ricavi netti del segmento Global Banking & Markets.
  • Gli accantonamenti per perdite su crediti sono stati pari a 972 milioni di dollari, oltre i 344 milioni del 4° trimestre 2021 e sopra i 515 milioni del 3° trimestre 2022. Dal comunicato stampa rilasciato dalla banca si legge come tale aumento sia relativo alle carte di credito e ai prestiti ai punti vendita, oltre alle svalutazioni sui prestiti wholesale.
  • Le spese operative sono state di 8,09 miliardi di dollari, l’11% in più su base annuale e il 5% oltre il 3° trimestre 2022.

Trimestrale United Airlines

  • Ricavi: 12,4 miliardi di dollari su 12,225 miliardi previsti (dati Bloomberg)
  • EPS adjusted: 2,46 dollari su 2,12 stimati (dati Bloomberg)
  • La società ha superato del 14% i ricavi dello stesso periodo del 2019, con un 9% di voli in meno. Il gruppo è anche riuscito a registrare un utile anche con l’aumento del 21% dei costi.
  • Per il primo trimestre 2023, il gruppo prevede ricavi superiori del 50% su base annuale. Gli EPS sono attesi tra 0,50 e 1 dollari, oltre le previsioni Refinitiv a 0,25 dollari. Il gruppo stima di espandere del 20% i voli nel trimestre in corso. Per il 2023, United Airlines si attende che i ricavi unitari siano stabili sul 2022, con l’aumento dei voli che potrebbe far diminuire i costi dei biglietti.
  • L’azienda ha comunicato che i problemi al personale, la tecnologia obsoleta e la carenza di aerei limiteranno la capacità del settore nel 2023.

Trimestrale PPG

  • Ricavi: 4,185 miliardi di dollari su 4,133 miliardi previsti (dati Bloomberg)
  • EPS adjusted: 1,22 dollari su 1,11 stimati (dati Bloomberg)
  • Margine operativo: 9,10% contro 9% stimato (dati Bloomberg)
  • Margine lordo: 37,32% contro 37,17 previsto (dati Bloomberg)
  • Adjusted EBITDA: 574 milioni di dollari contro previsioni a 477 milioni (dati Bloomberg)
  • Tim Knavish, Presidente e AD di PPG, ha detto che la società è riuscita ad ottenere un miglioramento degli utili grazie agli aumenti di prezzi di vendita (+19% su base biennale). I volumi di vendita sono scesi del 5% a/a per via del rallentamento della maggior parte delle regioni. La domanda è rimasta debole anche per quello che riguarda i rivestimenti architettonici fai da te a livello globale. Il manager ha detto che in Europa l’attività industriale aggregata si è indebolita su base sequenziale, con un calo dei volumi di vendita di una percentuale a 2 cifre ma utili operativi in linea con il 2021. L’AD ha notato che la domanda del settore aerospaziale ha continuato a riprendersi, con un +20% delle vendite. Tuttavia, vi sono ancora delle sfide sulla catena di approvvigionamento
  • Knavish ha ribadito l’impegno del gruppo per riportare i margini verso il profilo storico e si attende che il contesto generale della domanda nei primi 3 mesi del 2023 rimarrà in linea con il 4° trimestre, con un’attività economica ancora debole in Europa e in Cina. Il gruppo si aspetta inoltre nu miglioramento degli utili guidato da iniziative commerciali, dalla maggiore domanda per i prodotti aerospaziali, la moderazione dei costi delle materie prime, la ripresa economica cinese, la stabilizzazione della domanda per rivestimenti in Europa e la riduzione delle interruzioni della supply chain
  • Per il 1° trimestre la società si attende volumi di vendita aggregati in calo di una cifra percentuale media a/a; spese aziendali tra 90 e 95 milioni di dollari; spese per interessi netti tra 38 e 40 milioni di dollari; EPS adjusted tra 1,10 e 1,20 dollari

Le Trimestrali di questa settimana

Vediamo il calendario completo e le attese degli analisti censiti da Bloomberg delle principali aziende che rilasceranno i conti del 4° trimestre questa settimana:

Trimestrali attese per Martedì 24 gennaio

  • Canadian National Railways: ricavi attesi 4,494 miliardi di dollari canadesi; EPS adjusted attesi 2,09 dollari canadesi
  • Lockheed Martin: ricavi attesi 18,251 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 7,40 dollari
  • Johnson & Johnson: ricavi attesi 23,864 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 2,23 dollari

Trimestrali attese per Mercoledì 25 gennaio

  • CSX: ricavi attesi 3,724 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 0,47 dollari
  • Tesla: ricavi attesi 24,154 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 1,127 dollari

Trimestrali attese per Giovedì 26 gennaio

  • Mastercard: ricavi attesi 5,809 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 2,58 dollari
  • American Airlines: ricavi attesi 13,204 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 1,15 dollari
  • Visa: ricavi attesi 7,686 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 2 dollari
  • Las Vegas Sands: ricavi attesi 1,179 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi -0,09 dollari

Trimestrali attese per Venerdì 27 gennaio

  • American Express: ricavi attesi 14,207 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 2,21 dollari
  • LVMH: ricavi attesi 22,372 miliardi di euro; EPS adjusted attesi 16,23 euro
  • Colgate-Palmolive: ricavi attesi 4,566 miliardi di dollari; EPS adjusted attesi 0,77 dollari

Come sempre pubblicheremo le trimestrali in tempo reale sui canali Telegram GRATUITI “Obiettivo Resilienza” e “Cavalcare la volatilità”.

Inflazione, Recessione e Tassi di interesse: come i gestori si preparano ad investire nel 2023

Nell’ultimo webinar della serie “Investire con Francesca Fossatelli” abbiamo analizzato come si stanno preparando i gestori patrimoniali al 2023, in particolare che cosa ne pensano dell’inflazione, dello stato dell’economia, dei tassi di interesse ma soprattutto come si stanno posizionando e in cosa differisce la loro strategia rispetto al 2022.

In ultimo abbiamo analizzato i migliori certificati difensivi con effetto airbag e le ultime operazioni del portafoglio “Obiettivo Resilienza” e “Cavalcare la volatilità”.

Se vuoi ricevere le slide o partecipare in live al prossimo appuntamento clicca sul NUOVO LINK DI ISCRIZIONE.

Condividi su

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati