fbpx

Le trimestrali della settimana: Coinbase, HelloFresh, Palantir, Norwegian Cruise Line, Munich Re

Le trimestrali della settimana: Coinbase, HelloFresh, Palantir, Norwegian Cruise Line, Munich Re

La stagione delle trimestrali si è ormai conclusa. Stando ai dati Bloomberg*, oltre il 90% delle società dell’S&P 500 ha già pubblicato i risultati del 2° trimestre 2022: di queste il 63,4% ha superato le attese degli analisti sui ricavi, mentre il 74,9% lo ha fatto per gli utili. Volgendo lo sguardo all’Europa invece, l’81,6% delle aziende dello STOXX 600 ha reso noto i conti del 2° trimestre: il 75,14% ha fatto meglio delle stime sul fatturato, mentre il 51,84% ha oltrepassato le previsioni sui profitti. Ogni giorno abbiamo pubblicato nei canale telegram (“cavalcare la volatilità” e “obiettivo resilienza”) le trimestrali delle azioni sottostanti i certificati inseriti in portafoglio, nonché abbiamo riportato i dati nel nostro gruppo Facebook. Se vuoi ricevere in tempo reale gli aggiornamenti sulle trimestrali delle prossime settimane puoi iscriverti gratuitamente al servizio segnali (“cavalcare la volatilità” e “obiettivo resilienza”) o al nostro gruppo Facebook. Di seguito i dettagli delle principali trimestrali della settimana.

Trimestrale Coinbase

  • Ricavi: 808,3 milioni di dollari su 832,2 milioni previsti (dati Refinitiv).
  • EPS: -4,98 dollari su -2,65 dollari stimati (dati Refinitiv).
  • I ricavi da transazioni sono stati pari a 616,2 milioni di dollari, sotto il consensus di 667,1 milioni di dollari (dati StreetAccount).
  • Monthly Transacting Users: 9,2 milioni, sopra le previsioni di 8,7 milioni (dati StreetAccount).
  • I ricavi sono scesi del 31% su base annuale, penalizzati da un più basso volume di trading.
  • Sulla perdita di 1,1 miliardi di dollari hanno pesato 377 milioni di dollari di oneri non monetari per la svalutazione delle criprovalute.
  • Le criptovalute detenute a fine giugno sono state di 428 milioni di dollari (oltre il 40% Bitcoin), ben al di sotto dell’1 miliardo a fine marzo.
  • Per il 3° trimestre, il gruppo si attende meno MTU e volume totale di trading rispetto al 2° trimestre. Al contrario, il fatturato delle sottoscrizioni e dei servizi dovrebbe crescere su base sequenziale, mentre le spese per le transazioni come percentuale dei ricavi netti dovrebbe trovarsi in area 20%. I costi generali e amministrativi, per la tecnologia e lo sviluppo dovrebbero essere di circa 1 miliardo di dollari, inclusi 400 milioni di dollari per compensazioni stock-based. Le spese per il marketing e le vendite dovrebbero essere di circa 100 milioni di dollari.
  • Coinbase ha tagliato l’outlook per il 2022, con 7-9 milioni di Monthly Transacting Users, sotto il precedente range di 5-15 milioni. I ricavi medi per transazione dovrebbero essere intorno ai 20 dollari, mentre si attende spese per tecnologia, sviluppo e costi generali e amministrativi tra i 4 e i 4,25 miliardi di dollari, sotto le stime precedenti di 4,25 e 5,25 miliardi.
  • La società vuole ridurre le spese di marketing utilizzando meno incentivi e media.

Trimestrale HelloFresh

  • Ricavi: 1,957 miliardi di euro su 1,946 miliardi previsti (dati Bloomberg).
  • EPS: 0,35 euro su 0,30 euro previsti (dati Bloomberg). 
  • Base clienti attiva: 8 milioni di utenti contro i 7,68 milioni del 2° trimestre 2022.
  • EBITDA Adjusted: 145,9 milioni di euro su 143,86 previsti (dati Bloomberg). 
  • Numero di ordini: 32,26 milioni (+4,1% a/a).
  • Pasti consegnati: 269,8 milioni (+6,2% a/a).
  • Nel 2° trimestre l’azienda ha espanso il valore degli ordini medi dell’11% e ha mantenuto un margine di contribuzione al 25,6%.
  • La società è riuscita a mitigare le pressioni inflazionistiche passando l’intero incremento dei costi ai clienti. 
  • Ricordiamo che lo scorso 20 luglio la società ha aggiornato l’outlook per l’intero anno tagliando le previsioni sui ricavi da una crescita del 20%-26% ad una del 18%-23%. Ad essere abbassate sono anche le stime dell’AEBITDA, portate dall’intervallo 500 e 580 milioni di euro a quello 460-530 milioni. 

Trimestrale Palantir

  • Ricavi: 473 milioni di dollari contro i 472,46 milioni previsti (dati Bloomberg).
  • EPS adjusted: -0,01 dollari su 0,03 dollari previsti (dati Bloomberg).
  • Per il CFO David Glazer, la perdita è dovuta ad un calo degli investimenti e dei titoli negoziabili.
  • Valore totale dei contratti chiusi: 792 milioni di dollari (inclusi 588 milioni di dollari in USA).
  • I ricavi dei clienti governativi in USA sono cresciuti del 27% a/a.
  • Il conteggio dei clienti commercial negli USA è cresciuto del 250% a/a (da 34 a 119 clienti).
  • Per il terzo trimestre del 2022, la società si attende ricavi compresi tra i 474 e i 475 milioni di dollari e utile adjusted dalle operazioni tra i 54 e i 55 milioni di dollari.
  • Per l’intero anno Palantir si aspetta ricavi tra 1,9 e 1,902 miliardi di dollari e utile adjusted dalle operazioni tra 341 e 343 milioni di dollari. L’azienda ha evidenziato come la guidance escluda qualsiasi nuovo premio con il Governo USA ed è considerato lo scenario base.

Trimestrale Munich Re

  • Premi lordi sottoscritti: 15,85 miliardi di euro su 15,493 miliardi previsti (dati Bloomberg).
  • EPS adjusted: 5,50 euro su 4,92 euro stimati (dati Bloomberg).
  • Nel periodo, la società ha riportato una flessione degli utili netti del 30,5% su base annuale, con il dato a 768 milioni di euro.
  • Per il 2022, Munich Re ha confermato l’outlook fornito nel 1° trimestre 2022, che prevedeva sottoscrizioni di premi lordi a 64 miliardi di euro e utili per oltre 3,3 miliardi di euro. La società ha tuttavia abbassato la previsione del ROI, passata dal 2,5% al 2%.
  • L’azienda ha evidenziato come la guerra tra Russia e Ucraina comporti rischi considerevoli per l’economia, specie per quello che riguarda una possibile interruzione dei flussi di gas russo all’UE. Oltre a questo, l’inflazione più alta delle attese per periodi prolungati potrebbe avere un effetto negativo sui costi di liquidazione dei sinistri e sulle riserve (con effetti a catena su posizione finanziaria e risultati della stessa Munich Re).
  • L’azienda evidenzia anche che beneficerà nel lungo periodo di tassi di interesse più elevati, specie per l’aumento dei redditi da interessi regolari nel risultato degli investimenti e per quello dell’indice di solvibilità. Nel breve e medio periodo invece il rialzo dei tassi impatterà negativamente sul patrimonio netto.

Trimestrale Norwegian Cruise Line

  • Ricavi: 1,187 miliardi su 1,280 miliardi attesi (dati Bloomberg).
  • EPS: -1,14 dollari contro -0,82 dollari stimati (dati Bloomberg).
  • La società ha comunicato che il prezzo del carburante per tonnellata metrica al netto delle coperture è salito a 836 dollari sui 673 dollari del 2021.
  • Nel 2° trimestre, l’occupazione si è attestata al 65% dei livelli pre-Covid. Per l’azienda, il dato dovrebbe raggiungere i livelli storici entro il 2° trimestre 2023. Per il 3° trimestre del 2022 invece, si dovrebbe arrivare all’80%.
  • Le prenotazioni cumulate per la seconda metà del 2022 è al di sotto di quella registrata nel medesimo periodo del 2019, anche se si registrano prezzi più alti (incluso l’impatto diluitivo degli FCC e l’impatto negativo su diversi itinerari della guerra tra Russia e Ucraina).
  • Per il 2023, il trend delle prenotazioni rimane positivo, con una posizione cumulativa prenotata in linea con il 2019.
  • Il bilancio dei biglietti venduti in anticipo è cresciuto di 0,3 miliardi di dollari, arrivando al 30 giugno a 2,5 miliardi di dollari (record).
  • Il gruppo continua a registrare un deciso pricing dei biglietti e alta generazione di ricavi a bordo, con le revenue per Passenger Cruise Day in rialzo del 20% nei confronti del 2° trimestre 2019. Il dato dovrebbe crescere a una cifra (sempre contro il 2019) anche nel 3° trimestre.
  • La società si attende di raggiungere un EBITDA adjusted positivo nella seconda metà del 2022.
  • Nel 3° trimestre del 2022 l’azienda si aspetta ricavi tra 1,5 e 1,6 miliardi di dollari.

Se vuoi ricevere in tempo reale gli aggiornamenti sulle trimestrali delle prossime settimane puoi iscriverti gratuitamente al servizio segnali (“cavalcare la volatilità” e “obiettivo resilienza”) o al nostro gruppo Facebook. Di seguito i dettagli delle principali trimestrali della settimana.

*Dati aggiornati al 12 agosto 2022

Condividi su

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati