fbpx

L’estate dei Certificati – Tech cinese, Crociere, Tesla/NIO, Shortage di chip, Food Delivery e Banche italiane

L’estate dei Certificati – Tech cinese, Crociere, Tesla/NIO, Shortage di chip, Food Delivery e Banche italiane

In genere tra giugno e settembre la maggior parte degli emittenti tende a fare pochissime emissioni e pochissime campagne pubblicitarie perché poco accade sui mercati, gli investitori sono meno attenti e investono meno in quanto si godono le meritate vacanze. Sembra sempre che ci sia un periodo di “pausa” per questo mercato, che si ferma a giugno per poi riprendere a settembre.

Quest’anno, invece, come accaduto in parte anche lo scorso anno, sarà forse per il Covid che non sempre permette di godersi appieno le vacanze, sarà per la variante Delta o sarà perché tutti ci aspettavamo un momento di ribassi, i mercati ci hanno riservato delle sorprese estive, che possono averci stupito in modo positivo o negativo.

Ho ricevuto tantissimi messaggi e email di investitori che chiedevano consigli o pareri su prodotti in cui erano rimasti “incastrati”, con sottostanti sotto la barriera premio o sotto la barriera di protezione del capitale. In molti webinar abbiamo parlato dell’importanza delle barriere profonde, soprattutto in vista di una fase di ribasso dei mercati, ma dato che è “salito sempre tutto” avevo ricevuto anche email con critiche sul fatto che scegliessi prodotti con barriere “troppo protettive” rinunciando a rendimenti più elevati o sul fatto che segnalassi prodotti di alcuni emittenti piuttosto che di altri.

La profondità delle barriere e la qualità dell’emittente sono due parametri fondamentali e non devono mai essere dati per scontato. Se la barriera non è profonda non posso staccare gli occhi dal monitor, non posso godermi la vacanza e non posso essere tranquillo sul futuro del mio portafoglio. Se l’emittente non è di qualità tenderà a comportarsi a favore della banca piuttosto che dell’investitore nel nostro momento di bisogno, allargando gli spread, mostrando prezzi sfavorevoli per rivendere il prodotto, insomma non venendoci incontro. Avendo lavorato per diversi emittenti e conoscendo i ragionamenti che guidano l’operato del personale che prende le decisioni in queste realtà so per certo che per un investitore delle volte è meglio rinunciare a qualche punto percentuale di guadagno ma puntare su un emittente di qualità. Questo ragionamento lo applico sul mio portafoglio personale e nella Shortlist nonché nelle segnalazioni del gruppo Facebook. Ci sono, purtroppo, tanti emittenti che ci hanno stupito in negativo quest’estate e sui quali tenderò a non selezionare i prodotti così da non premiare comportamenti scorretti e scarsa professionalità.

Ma veniamo alle occasioni estive e ai sottostanti più interessanti del momento e ai prodotti che potrebbero meritare la nostra attenzione.

Altissima volatilità – Certificati sul Tech cinese

Non è un segreto che ho avuto quest’anno un grande amore per un prodotto in particolare su iQIYI e Netflix (il DE000VQ6S1T8). Mi piacciono ancora entrambe le società, tanto quanto al momento dell’acquisto, e ritengo che il prodotto sia ancora valido. Ovviamente sono cambiate le condizioni a livello di rischio, infatti iQIYI, a causa delle misure restrittive del governo cinese che hanno impattato negativamente tutte le azioni tecnologiche cinesi, ha subito un ulteriore forte ribasso che ha portato l’azione a 10.72 USD, a pochi passi dalla barriera del prodotto, posta a 10.01 USD. Il prodotto scambia attualmente a circa 85 euro e ha pagato il primo premio di 5.16 euro, che sicuramente è andato a mitigare la perdita in conto capitale per chi lo avesse acquistato alla pari. In ogni caso, il prezzo effettivamente “a premio” implica che l’emittente ritenga che sia poco probabile una discesa al di sotto della barriera e la maggior parte degli analisti concorda con questa view, avendo un target price ben al di sopra dello strike del prodotto.

Altro prodotto interessante per puntare alla ripresa del tech cinese è il DE000VQ8PSE9, su iQIYI, Tencent e Alibaba, sempre nella Shortlist, che attualmente si acquista a circa 87 euro e pagherà il suo primo premio il prossimo settembre.

Entrambi i prodotti hanno un extra rendimento sul capitale importante se acquistati in questo momento di debolezza. Come sempre quando il rendimento è elevato anche il rischio è elevato, quindi sono strumenti adatti a portafogli più aggressivi e che vanno “maneggiati con estrema cura”.

Alta volatilità – Certificati sulle Crociere

In questo momento per chi è più risk taker e vuole approfittare di un ribasso di un intero settore, sicuramente il settore delle crociere è davvero molto interessante. Carnival nell’ultimo mese ha perso il 14%, Norwegian Cruise Line il 17% e Royal Caribbean il 10%. Il grafico mostra questa discesa congiunta, che permette di investire a sconto, grazie anche ad una aumentata volatilità dei sottostanti.

Oltre al DE000VQ7Y0Q7, che si acquista a circa 84 euro, c’è un nuovo prodotto sempre targato Vontobel con strike e barriere più protettive, il DE000VQ9RLM1, che si acquista a circa 93 euro. Il DE000VQ9RLM1 è un Memory Cash Collect su Carnival, Norwegian Cruise Line e Royal Caribbean con barriera premio e capitale al 60%, premio trimestrale del 3,26% (13,04% p.a.), possibilità di autocall da gennaio 2022 e scadenza a luglio 2023. Particolarmente interessante il fatto che la scadenza sia più lunga del DE000VQ7Y0Q7, considerando che il settore delle crociere potrebbe riprendersi in tempi più lunghi.

Di seguito le principali differenze tra i due prodotti:

Alta volatilità – Tesla/NIO

Da tenere monitorata l’accoppiata Tesla/NIO. Un movimento interessante si è avuto il 27 luglio su Tesla, dopo le trimestrali, momento in cui personalmente ho incrementato la posizione su Tesla (in particolare sul prodotto di Goldman Sachs JE00BLS3QX29, prodotto che andrà probabilmente in autocall già ad agosto). Da tenere monitorato il DE000VQ811L3, il nuovo Tesla/NIO di Vontobel. Sicuramente era molto interessante la scorsa settimana, ma è ancora molto interessante a questi valori, infatti, NIO è sotto Strike e Tesla sembra impostata al rialzo. La volatilità è abbastanza interessante sia su Tesla che su NIO e il prodotto si acquista leggermente sotto la pari con un premio trimestrale di 5.95 euro (23.80% p.a.), barriera premio e capitale al 60%. Basterebbe un piccolo movimento al rialzo di NIO per far crescere velocemente le quotazioni del prodotto.

Media volatilità – Certificati sullo Shortage di Chip

I prodotti in Shortlist sullo Shortage di Chip sono sicuramente a prezzi ancora molto interessanti:

Di seguito un recap delle differenze tra i prodotti.

Prodotti più conservativi – Food Delivery

Sul tema Food Delivery, abbiamo segnalato sul sito e sul gruppo Facebook tre prodotti: il DE000VQ8PSF6, attualmente a 99 euro in acquisto, che rimane molto interessante, il DE000VQ5AZL7, attualmente a 102 euro, andrà in autocall il prossimo 26 agosto, e il JE00BLS3NN16, che potrebbe andare in autocall dal prossimo settembre. Per chi avesse in portafoglio il DE000VQ5AZL7, Vontobel ha sfornato il “gemello”, il DE000VQ9RLL3, un Memory Cash Collect su Delivery Hero e HelloFresh con barriera premio e capitale al 60%, premio trimestrale con effetto memoria di 3,64 euro (14,56% p.a.). Possibilità di autocall a partire da gennaio 2022. Scadenza a luglio 2023. Al momento HelloFresh è leggermente sotto la pari, Delivery Hero a +8%. Con un piccolo movimento di HelloFresh il prodotto potrebbe salire potenzialmente molto sopra la pari, verso il suo valore di rimborso in caso di autocall (107.28 euro). Il prodotto sarà da domani in Shortlist.

Prodotti più conservativi – Banche italiane

Il DE000UE93N86, Memory Cash Collect su Intesa Sanpaolo, Unicredit e Banco BPM. Barriera premio e capitale al 55% (1.325 su Intesa; 5.772 su Unicredit; 1.598 su Banco BPM), scadenza maggio 2024, premio mensile di 0.59 EUR (7.08% p.a.). Il prodotto ha già pagato i primi 2 premi e quota ora a circa 94 euro in acquisto. Interessante perché a questi livelli è improbabile l’autocall ad agosto, che quindi si potrà avere solo al trimestre successivo, nel frattempo il premio ci viene pagato mensilmente. L’extra rendimento sul capitale lo rende particolarmente appetibile.

Condividi su

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati