fbpx

Q&A del Webinar “Investire in Certificati nel 2022: Sfide e opportunità”

Q&A del Webinar “Investire in Certificati nel 2022: Sfide e opportunità”

Nel corso del webinar di giovedì scorso, tenuto da me e Francesca, ci sono arrivate tante domande ma per questioni di tempo non è stato possibile rispondere a tutte. Colgo quindi l’occasione per riprendere alcuni dei quesiti che sono rimasti da parte durante il live.

Gli analisti di GS danno Noi a 60$. Continua a scendere, sicuri che ci capiscano qualcosa?

La forchetta dei vari target price va da un minimo di 37,53$ ad un massimo di 87,42$. Come vedi è molto ampia ma in ogni caso, anche considerando il valore più basso, è ben più in alto dei livelli attuali. Questo mi fa capire che il mercato la vede su prezzi più elevati. Non è una verità assoluta ma può darmi un’idea di come potrebbe muoversi.

Come dobbiamo interpretare i target di consensus che si trova sui vari siti (yahoo finance\market screener)? Sono target per il breve termine (1-2 anni) oppure lungo termine (3-5 anni)? Sono attendibili? Grazie mille

Solitamente le previsioni sono fatte a 12 mesi, quindi decisamente breve termine. Ogni analista potrebbe usare metodi di calcolo diversi in base al parametro che ritiene più affidabile. Non sono vere a priori, altrimenti tutti investirebbero basandosi su questi ed avremmo eliminato il rischio mercato. Possono però aiutarci a capire dove può arrivare un titolo e quali sono le aspettative su di esso.

Possiamo considerare i dati di consensous che si leggono per capire se un sottostante ha possibilità di riprendersi oppure devo guardare ad altre informazioni come la volatilità implicita?

La volatilità implicita indica più che altro “quanto” si muove il titolo ma non mi permette di capire la sua direzionalità. Oltre al consensus, altre due cose su cui sicuramente una breve analisi sono i fondamentali di bilancio e l’andamento grafico dei prezzi. Sommando queste tre informazioni riesco a farmi un’idea di come si è mosso il titolo e di quello che potrebbe fare.

Beyond meat, mercato in grande sviluppo, senza concorrenti…e scende,ancora. Tenere?

Di recente alcune Banche hanno alzato il loro target e d’altro canto i 55/60$ sembrano aver interrotto la prolungata discesa che ha caratterizzato il titolo negli ultimi mesi. I dati di bilancio di questa trimestrale e la conseguente reazione del mercato saranno fondamentali per capire se è pronta per un rimbalzo oppure no.

Ma se prendo barriere profonde per proteggermi in caso di ribassi, il premio non sara’ oltre il 3-4-5% p.a. o mi sbaglio?

Oltre che dalla profondità delle barriere, sul rendimento incide la volatilità dei sottostanti. Se esistesse un certificato su titolo volatili con barriera al 40% (-60% da strike) probabilmente renderebbe comunque di più visto il rischio implicito dei titoli. Bisogna quindi trovare la giusta combinazione tra profondità della barriera e rischiosità del sottostante, oltre che alla posizione dello strike e della barriera rispetto all’andamento del prezzo.

Quali sono gli emittenti più allineati all’andamento reale della volatilità? Questo penso sia molto molto interessante!

Ma lo switch si intende sempre con i medesimi sottostanti?

Non necessariamente. Lo switch è una qualsiasi operazione che mi permette di recuperare una perdita o di diminuire il rischio a parità di rendimento. Che venga fatto sullo stesso titolo o su sottostanti diversi poco importa. L’unica cosa che conta è il beneficio che si ottiene in termini di performance o di protezione.

Vorrei avere i vostri consigli su questi 2 certificati in scadenza il 29/12/22:

DE000VQ811N9 e DE000VQ811L3

Per quanto riguarda il Beyond/McDonald’s ovviamente tutto dipende da come si muoverà Beyond nei prossimi mesi e come detto in precedenza sarà fondamentale la trimestrale. Il titolo ci ha abituato a forti movimenti, sia in alto che in basso e quindi in caso di positività potrebbe tranquillamente recuperare i 91$ della barriera. Ma ripeto, serviranno dati di bilancio che convincano il mercato a puntare nuovamente sulla’azienda.

Nel Tesla/Nio invece il worst of è il titolo cinese con barriera a 28,79. Credo che il valore sia ampiamente alla portata, tant’è che vi era sopra solo qualche settimana fa. Dopo il rialzo importante di ieri potrebbe starci un leggero ritracciamento ma credo Nio possa essere uno di quei titoli da cavalcare.

Condividi su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati